LEGGE DI BILANCIO 2021, LE MISURE PER LE IMPRESE

14/01/2021


Con l’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2021 sono stati introdotti grandi cambiamenti sul tema delle agevolazioni per le imprese.
Estesi fino al 31 dicembre 2022 i crediti d'imposta previsti dal “Piano Transizione 4.0” per beni strumentali, R&S e formazione 4.0, con aliquote e massimali di investimento al rialzo.

- Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali
L'aliquota del credito d’imposta per beni strumentali materiali e immateriali non 4.0 sale dal 6% al 10%. Per i beni funzionali allo smart working l'aliquota arriva al 15%.
Per il 2022 le aliquote tornano al 6%.

- Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0
Per gli investimenti in beni strumentali materiali 4.0 il credito d’imposta è pari a: 50% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro; 30% per investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro; 10% per investimenti superiori a 10 milioni e fino al limite massimo di 20 milioni di euro.
Per il 2022 le aliquote si abbassano in ordine al 40%, 20% e 10%.
Per gli investimenti in beni strumentali immateriali 4.0 il credito d'imposta è riconosciuto nella misura del 20% del costo, sia nel 2021 che nel 2022.

- Credito d'imposta R&S, innovazione e design
Salgono anche le aliquote e i massimali del bonus R&S, innovazione e design.
Per R&S l’aliquota passa dal 12% al 20%, il massimale del beneficio da 3 a 4 milioni; per innovazione tecnologica e design l’aliquota passa dal 6% al 10% (fino al 15% per progetti legati alla transizione ecologica o innovazione digitale 4.0) e il massimale passa da 1,5 a 2 milioni.
L'incentivo è esteso fino al 31 dicembre 2022.

- Credito d’imposta formazione 4.0
Esteso fino al 2022 anche il bonus formazione 4.0, con un ampliamento delle spese ammissibili.


Ti portiamo in alto. Siamo il tuo team!
BANDI PER TE
Scopri tutti i bandi